I 5 consigli per… focalizzarti sul tuo obiettivo n.1

I 5 consigli per… focalizzarti sul tuo obiettivo n.1

Hai intenzione di cambiare qualcosa nella tua attività lavorativa, per esempio pensi di avviare o di sviluppare un nuovo servizio, una nuova area di business? Oppure vuoi dare una nuova veste alla tua attività per rilanciarla? Questi sono cambiamenti importanti che non possono essere affidati al caso e nemmeno ai residui di tempo.

Se ti rendi conto che questa novità non trova spazio nella tua operatività quotidiana, pur essendo davvero convinta di voler perseguire questa meta, può darsi che la difficoltà sia quella di modificare le tue abitudini.

Di seguito troverai 5 consigli che attingono anche dalla mia esperienza personale e che ti potranno aiutare a focalizzarti sul tuo obiettivo n. 1:

  • Studia le tue attività: Crea una lista delle attività più importanti per portare avanti il tuo lavoro. Se puoi mettere in stand-by alcune delle attività “minori”, fallo. Se non puoi metterle in stand-by pensa a quali di queste possono essere delegate (a collaboratori, consulenti o assistenti esterne) anche solo per un periodo breve. Metti in evidenza l’attività fondamentale da cui partire per incamminarti verso la tua meta.
  • Riorganizza l’agenda: studia attentamente il tempo a tua disposizione, eliminando tutti i giorni e le fasce orarie in cui hai già impegni improrogabili o in cui non intendi lavorare, ed evidenziando il tempo disponibile diviso in slot. Inserisci al primo posto l’attività volta alla realizzazione del tuo nuovo obiettivo.

Si dice che il mattino sia il momento migliore perché si può contare su una fonte di energia più consistente e sulla freschezza mentale. Per me è davvero così, quindi la mia fascia oraria più propizia è quella che inizia alle 8.30. Se sei una persona che carbura più tardi, o se il tuo bioritmo è differente, allora regolati in base alla tua maggiore capacità di concentrazione. L’importante è che il primo impegno che affronti con una mente reattiva sia quello che ha a che vedere con il tuo obiettivo n. 1, anche per un tempo limitato. Le altre attività vanno inserite dopo.

  • Crea un filtro tra te e il mondo: informa famigliari o collaboratori strategici che non sarai disponibile per 1 o 2 ore e che silenzierai il telefono. Poi spegni tutto. Tutte le suonerie, le notifiche visive e sonore, tutto ciò che ti potrebbe distrarre, sia nello smartphone che nel PC. Poiché è molto probabile che non saprai resistere alla tentazione di controllare chi ti ha scritto, chi ha pubblicato un post, ecc, la cosa migliore è quella di utilizzare app che sospendono il tuo collegamento con i Social, WhatsApp e altre forme di comunicazione virtuale. Se l’idea di sconnetterti completamente ti mette ansia, prova ad iniziare con “sospensioni” più brevi.
  • Fissa piccoli obiettivi per lo slot n.1: nel caso ti risulti difficile concentrarti nelle nuove attività, prova a definire un obiettivo ancora più piccolo per ogni unità di tempo. Ad esempio, voglio pianificare il mio nuovo servizio ma ho poco tempo, quindi oggi mi concentro solo sulla ricerca del nome, oppure sulla definizione degli obiettivi. Restringendo il campo, a maggior ragione se il mio spazio temporale è piuttosto ridotto, riuscirò più facilmente a sentirmi soddisfatta per essere riuscita a realizzare quanto previsto e a progredire.
  • Visualizza: dato che la tua sfida è quella di cambiare le abitudini nella tua operatività quotidiana, oltre a ribaltare l’ordine delle priorità e a creare le migliori condizioni per concentrarti, il mio consiglio è quello di prendere l’abitudine di visualizzare la sequenza delle tue attività mattutine. Molti lo fanno spontaneamente prima di addormentarsi, ma va bene anche al risveglio. Prova ad immaginarti mentre ti metti al lavoro e ti focalizzi subito sul tuo obiettivo n.1. Visualizza il mini-obiettivo che devi raggiungere e visualizza il tempo che ti sei assegnata. Fallo tutte le volte che ti senti “minacciata” da fattori di disturbo!

by Katia Barcaro
info@katiabarcaro.com
www.katiabarcaro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *